A volte può succedere che così improvvisamente tua figlia si addormenti abbracciata a te. E tu ti trovi con il braccio incastrato sotto di lei che va via indolensendosi ma non osi spostarlo. Più che per non svegliarla lo fai per te per continuare a goderti quel momento che sai che diventerà sempre più raro. E rimani così per il tempo necessario silente e sorridente. Poi con la mano libera trovi il telefono e allora per ingannare l’attesa ti fai un autoscatto ma riguardando la foto ti accorgi che neppure lontanamente in quell’immagine c’è traccia di quella tranquillità che ti senti dentro

A volte può succedere che così improvvisamente tua figlia si addormenti abbracciata a te. E tu ti trovi con il braccio incastrato sotto di lei che va via indolensendosi ma non osi spostarlo. Più che per non svegliarla lo fai per te per continuare a goderti quel momento che sai che diventerà sempre più raro. E rimani così per il tempo necessario silente e sorridente. Poi con la mano libera trovi il telefono e allora per ingannare l’attesa ti fai un autoscatto ma riguardando la foto ti accorgi che neppure lontanamente in quell’immagine c’è traccia di quella tranquillità che ti senti dentro