Installazione e configurazione di Raspbian senza schermo, tastiera e mouse

posted in Installazione

Installazione e configurazione di Raspbian senza schermo, tastiera e mouse

Rate this post

Per preparare la microSD con l’ultima versione di Raspbian si può usare Win32DiskImager. una volta preparata prima ancora di smontarla bisogna fare una modifica. Dalla versione del Novembre 2016 Raspbian non fa partire più in automatico il demone di SSH ma è possibile forzarlo copiando nella root della partizione boot ( quella visibile formattata FAT per intenderci ) un file di nome SSH anche vuoto. Senza estensione. Basta creare un file di testo, rinominarlo e copiarlo.

Una volta completato il processo, estrarre la scheda microSD/SD e inserirla nell’apposito slot sul Raspberry PI (è sul lato inferiore). Dopo averlo collegato all’alimentazione, il Raspberry PI si accenderà automaticamente. Bisogna quindi cercare l’indirizzo. l modo più semplice è farlo attraverso il router nella pagina dei dispositivi collegati oppure con uno scanner di IP.

 

Per collegarci tramite SSH utilizzando PuTTY al nostro Raspberry PI bisognerà:

  • Aprire PuTTY;
  • Digitare l’indirizzo IP del Raspberry PI, recuperabile tramite router o scan
  • Digitare nome utente e password ; Nome utente: pi Password: raspberry

Digitiamo il comando

avremo la seguente schermata:

_1_

Le voci da mettere a posto sono la 1) e la 4) . Visto che useremo il raspberry per lo più senza interfaccia grafica nella opzioni Avanzate / Memory Split possiamo abbassare la quantità di memoria da assegnare alla interfaccia grafica

Per riavvare il comando è

Ricolleghiamoci una volta avviato e aggiorniamo il sistema

Questo ci garantirà di avere l’ultima versione dei software, ma non quella del firmware del Raspberry PI. Per essa è necessario il comando:

È utile aggiornare il firmware per non dover stare a compilare manualmente driver per nuovi dispositivi da collegare al Raspberry PI e ottenere prestazioni migliori.

Un programma utile da installare è MC che è l’analogo di Norton Commander è comodo per lavorare in interfaccia terminale

 

 

Revision List

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *